Baby Pit Stop UNICEF

ottobre 09, 2017
  • Arriva in Ricarello il primo BABY PIT STOP UNICEF di Adria.

    Siete tutti invitati alla festa di inaugurazione! Vi aspettiamo per il taglio del nastro, insieme alla Presidente dell’Unicef Rovigo Anna Maria Vesco, Domenica 15 Ottobre 2017 alle ore 17:00 in Corso Vittorio Emanuele n.15 ad Adria (RO). Oltre ad un Baby Pit Stop perfettamente allestito troverete anche un rinfresco gratuito ed alle 18:00 le libraie di Ricarello faranno una lettura animata intima e speciale per tutte le mamme.

    Cos’è un Baby Pit Stop?
    E’ una sosta sicura per allattare al seno!
    Allattare al seno è un gesto semplice e naturale che tutte le mamme dovrebbero poter fare ovunque, ma che a volte risulta difficile, se non proibitivo.

    I Baby Pit Stop UNICEF sono ambienti protetti, in cui le mamme si sentano a proprio agio per allattare il loro bambino e provvedere al cambio del pannolino ed è un servizio gratuito che Ricarello mette a disposizione a tutte le mamme.

    L’allattamento al seno non ha orari fissi, né un numero definito di poppate nell’arco della giornata. Esistono molteplici modi di allattare ed è difficile per le mamme prevedere dove e quando il bambino chiederà di nutrirsi. Inoltre, molte mamme prolungano l’allattamento ben oltre i primi mesi di vita dei bambini, ottemperando alle raccomandazioni dell’UNICEF e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

    Il Baby Pit Stop (BPS) prende il nome dalla nota operazione del “cambio gomme + pieno di benzina” che viene effettuata in tempi rapidissimi durante le gare automobilistiche di Formula Uno. Nei BPS il cambio riguarda il pannolino, e il “pieno” è di sano latte materno, ricco di nutrienti e di anticorpi.

    «Se si rendesse disponibile un nuovo vaccino che prevenisse un milione o più di morti infantili all’anno, e che fosse oltretutto poco costoso, sicuro, somministrabile per bocca, e non richiedesse la ‘catena del freddo’, diventerebbe immediatamente un imperativo di salute pubblica» scrive J. Dobbing in “A Warm Chain for Breastfeeding” sulla prestigiosa rivista medica internazionale The Lancet (1994).

    «L’allattamento al seno può fare questo e altro, ma richiede una sua ‘catena calda’ di sostegno – e cioè assistenza competente alle madri perché possano avere fiducia in se stesse e per mostrare loro cosa fare, e protezione da pratiche dannose. Se questa catena calda si è persa nella nostra cultura, o ha dei difetti, è giunto il tempo di farla funzionare». Info sul sito http://www.unicef.it/

    Parteciapazione gratuita. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti. Per informazioni chiamare il numero 042640918.

Categorie