3. Come organizzare il tempo

settembre 21, 2017
  • Nel secondo appuntamento di “Genitori felici e consapevoli” la dott.ssa Anna Cascone ci parlerà di come organizzare al meglio il nostro tempo.

    Ogni giorno le ore a disposizione, per fare tutto ciò che abbiamo in testa, ci sembrano sempre troppo poche. Spesso arriviamo esauste alla fine della giornata e con un senso di colpa o frustrazione per non essere riuscite a fare tutto ciò che volevamo. Vediamo allora alcuni suggerimenti su come gestire bene il nostro tempo.

    1. Programma, con l’aiuto di planning, calendari o agende, gli impegni della giornata, della settimana o del mese, distinguendo con un simbolo quelle urgenti, quelle importanti e quelle secondarie. Questo esercizio, se svolto regolarmente si trasformerà in un’abitudine che ti permetterà di non sovraccaricarti ma di avere chiare le tue priorità e le cose da fare.
    2. Noi donne siamo spesso prese da un “delirio di onnipotenza”, dalla mania di poter e dover fare tutto da sole. Impara a delegare, a chiede aiuto, quando possibile, a chi ci sta vicino, compreso il tuo compagno.
    3. Non riempire i pochi spazi liberi che hai con altro lavoro. Soprattutto all’inizio il tuo compito principale è quello di fare la mamma e basta! Cerca, dunque, nei brevi momenti liberi che hai di prenderti cura di te stessa, programmando, inserendoli come priorità, dei momenti nella giornata, nella settimana o nel mese  in cui riposare o fare cose piacevoli (un bagno caldo, la lettura di un buon libro, una passeggiata,…). Una mamma che dedica attenzioni a se stessa è una donna più felice ma anche una madre più serena e paziente.
    4. Favorisci l’autonomia dei tuoi figli. E’ molto importante, adattandosi alle varie fasi di crescita dei bambini, insegnare loro a sperimentare l’autonomia anche nelle piccole cose (mangiare da soli, vestirsi da soli o quando sono più grandi fare i compiti da soli). Questo aiuta loro a crescere in modo indipendente e noi genitori a trovare più tempo per fare altre cose.
    5. Fondamentale, poi, è darsi del tempo! La nascita di un bambino richiede un grande sforzo di adattamento sia fisico che mentale. Serve tempo, dunque, per capire, provare, imparare e crescere in questo nuovo ruolo. Considerando, poi, che spesso, nella crescita di un figlio si alternano varie fasi è importante riconoscere che il periodo che si sta attraversando, seppur duro, è comunque transitorio e con un po’ di pazienza anche il momento più difficile passerà.

    A seguire nel testo potrai trovare due esercizi utili per allenarti nella pratica di questi aspetti. Per eventuali domande, chiarimenti, suggerimenti o semplicemente per condividere la tua esperienza puoi scriverci a info@ricarello.it

    Se gli argomenti proposti ti interessano e desideri approfondirli ti lascio qualche suggerimento bibliografico e ti aspetto agli incontri di “Discorsi da gandi… in libreria”, da Ottobre 2017 presso la libreria Ricarello (trovi tutte le info nel sito).

    Bibliografia per adulti:

    Gestione del tempo di Brian Tracy

    Letture da fare insieme ai bambini:

    Chiedimi cosa mi piace di Bernard Waber e S. Lee

    Aspetta  di Antoinette Portis

    ESERCIZIO 1

    Fai un elenco delle cose da fare nella giornata. Inserisci a fianco di ciascuna il simbolo:

    *     per le cose importanti (hai solo 3 simboli a disposizione)

    +     per le cose urgenti (hai solo 3 simboli a disposizione)

    –      per le cose secondarie

    Adesso concentrati solo su ciò che hai definito importante e urgente… il resto può aspettare!

2. Primo passo: consapevolezza4. Mamma, donna e compagna
Categorie